Farewell To Hearth And Home - A novel to save Martin


FarewellToHearthAndHomeGenerati da un fortunato processo di sedimentazione e accumulazione di musicisti rabdomanti presso le gloriosa Fattoria di Legri, i Farewell to Hearth and Home sono Athos Molteni ( ukulele baritono, vestaglie intrepide e voce ), il maestro Diego Boboli ( sintetizzatori, piano elettrico, percussioni indiavolate e voce ), Marco Balducci ( chitarra acustica, effettistica assortita, torsi nudi, cembali e voce ), Francesco Fanciullacci ( batteria minima customizzata e voce ), Nicola Beneventi ( basso e gin lemon ) ed Emma Lanza ( violino, piano elettrico, cembali e voce ).
Le conseguenze musicali di un ensemble così anomalo e popoloso sono state marchiate dalla stampa specializzata più cauta come rassicurante "indie rock". I recensori più smaliziati e fantasiosi sono arrivati a forgiare la bislacca etichetta di "folk wave agreste". Nel Dicembre 2012 i Farewell to Hearth and Home vincono una delle più agguerrite ed insidiose finali mai confezionate dal Rock Contest di Controradio. Da quel momento hanno collezionato una ragguardevole mole di scorribande sui palchi più battaglieri ed intransigenti della Toscana, mentre un vigoroso assalto primaverile alle frequenze di Radio Popolare è stato immortalato su disco dalla solerzia di occulti estimatori ed impacchettato nel famigerato bootleg semiuffciale "Excerpts from Patchanka".
I Farewell to Hearth and Home cantano in inglese e non vedono quale ragione ci sia per traslocare nel tinello della lingua italiana. In trepidante attesa del primo album calendarizzato a Febbraio, il "Domestic" EP del 2010 continua a imperversare nelle ceste di vimini voluttuosamente abbandonate a bordo palco e ad ingolfare i canali di spaccio più confidenziali.

Registrato in studio il 13/06/2012 - Pagina web