LA PAGINA CHE STAI CERCANDO E' STATA RIMOSSA
OPPURE L'INDIRIZZO DIGITATO NON E' CORRETTO

Stampa

Studio di registrazione

Scritto da Labella on . Postato in Blog

Il complesso è composto da una regia principale con tecnica acustica LEDE, una sala di ripresa di circa 70 mq, un booth voce dall'acustica più asciutta e uno studio B dedicato principalmente a funzioni di editing.
E' dotato inoltre di una zona ufficio, un disimpegno/sala di attesa, sala relax, TV internet, minibar e servizi.

Anteprima planimetria dello studio
Clicca per ingrandire la planimetria

Scheda tecnica PDF

Struttura

Il progetto dello studio è stato realizzato nel 2009 da Fabrizio Giovannozzi (Studio Sound Service), tra i principali riferimenti italiani in materia. 

La struttura portante, realizzata all'interno di un locale di 1000 mq, è costituita da pareti di calcestruzzo aerato autoclavato separate staticamente tra di loro per mezzo di materiali non rigidi, poliuretano e lamine di gomma.

  • Regia - Il criterio con cui è stata ideata la regia (35 mq ca.), chiamato in gergo LEDE (Live End - Dead End), prevede una parte anteriore quasi completamente priva di riflessioni, e una parte posteriore riflettente e costruita in modo da diffondere in maniera omogenea il suono nell'ambiente, grazie a un diffusore QRD di 230x140 cm
  • Ripresa - La sala di ripresa misura circa 70 mq e ha una struttura che la rende indicata per la registrazione di svariati strumenti e organici. In particolare il soffitto è realizzato in maniera da dare all'ascolto la sensazione di una maggiore ampiezza, caratteristica che rende l'ambiente ideale per la ripresa di strumenti che necessitano di grande spazialità, come la batteria.
  • Vocal Booth - Una parte della sala è dedicata al booth voce, che a differenza dell'altra ha un'acustica ridotta, essendo costituito da pareti con alternanza assorbente/riflettente 50/50.


  • Immagine dello studio
  • Immagine dello studio
  • Immagine dello studio
  • Immagine dello studio
  • Immagine dello studioImmagine dello studio
  • Immagine dello studioImmagine dello studio
  • Immagine dello studio
  • Immagine dello studioImmagine dello studio


Tutte le sale hanno pavimento in moquette posata su uno strato di medium-density, a sua volta galleggiante su pannelli di lana di roccia e una lamina elastica in gomma. Il controsoffitto è isolato da lana di roccia e l'intero rivestimento delle pareti è realizzato con legno o stoffa e imbottito con lana di roccia. 

Il cablaggio audio dello studio è stato realizzato dall'ingegner Francesco Ferraro Caruso (Sonum)

Strumenti

Il sistema di registrazione utilizzato è il Protools HD Accel, installato su un MacPro. I convertitori sono una Digidesign 192 e una Digidesign 96, le fasi di lavorazione sono effettuati in digitale ad eccezione del mix finale che viene eseguito su sommatore a 16 canali SPL. La superficie di controllo centrale è un Digidesign Control|24

L'ascolto principale in regia è costituito da monitor KRK E8B Exposè, a disposizione anche Alesis M1 Active e Yamaha NS10.

Per l'ascolto in cuffia dei musicisti lo studio dispone del sistema digitale costituito da 4 mixer Hear Back per ogni postazione di registrazione che permette a ogni musicista di gestire personalmente i volumi degli strumenti e il volume generale della propria cuffia.



La sala di registrazione è dotata di 20 ingressi microfonici, 4 ingressi per il booth voce, 4 ingressi ausiliari in regia e 4 nello studio B. I microfoni utilizzati sono Neumann, Sontronix, AKG, Audix, Shure, i preamplificatori presenti in regia sono Focusrite, SPL, FCF Audio, e Raymond

Il tutto è cablato su due patchbay 48+48 realizzate da Link Italy

Labella Studio via del Lavoro, 1 50056 Montelupo F.no (FI) P.IVA 05928760486 +39.3204125617 fax +39.05710962153 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Ideato e realizzato da Simone Scardigli e Matteo Guasti - Foto di Chiara Benelli